Il bambino non mangia? I consigli di PNL del nostro life coach Michele De Santis

Le tecniche di Pnl possono aiutare un genitore a far mangiare il bambino? Scopriamolo insieme 🙂

Sono un appassionato di PNL, e visto i suoi bei articoli su PNL e bambini vorrei chiederle un aiuto.
Ho un figlio di 2 anni che è sempre stato problematico nel mangiare. A due anni, dovrebbe alimentarsi in modo vario per crescere in maniera sana, e invece spesso e volentieri non mangia abbastanza, o comunque rifiuta gran parte del cibo solido per alimentarsi con il latte. Come capirà, visto che l’alimentazione principale va a latte, sono costretto ad imbottire il medesimo di omogeneizzato di carne, biscottini, e farinata allo scopo di renderlo abbastanza nutriente e dargli tutti gli alimenti base possibili.

Da prima mi sono rivolto al mio pediatra, che ha cercato di dargli vitamine e ricostituenti per aumentare l’appetito. Poi ho avuto il dubbio di intolleranze alimentari, ma anche questo è stato scongiurato ed è risultato vano. Mi sono rivolto quindi ad esperti dell’alimentazione infantile, che mi hanno consigliato di affamarlo, ma anche questo risultato è stato deludente, perchè non cede in nessun modo neppure dopo tre giorni di fame, e l’unica cosa che chiede è il suo latte.

Ogni tanto, la situazione cambia e si decide ad assumere il cibo solido che gli si competerebbe, ma mai nelle quantità che sarebbero consone alla sue età. Sopratutto con la carne, fa il bolo asciutto, rigirandosela in bocca per poi sputarla.

Ora, premesso che non vi è nulla di fisico o se si vuole nessuna malattia che gli impedisca di mangiare, il suo è un discorso psicologico.

Delle volte ho provato a forzarlo, ma so bene che con un tale sistema non otterrò altro che intestardirlo e quindi l’effetto contrario.

Ha dei consigli da potermi dare?

Come potrei sfruttare la PNL per risolvere questo problema e vincere le sue resistenze psicologiche?

continua a leggere…

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 − uno =