Parte la nuova stagione di attività e visite guidate alla Riserva di Nirano

nirano

Domenica 22 marzo, alle ore 15.30, la Riserva Regionale delle Salse di Nirano riprende gli appuntamenti e le iniziative per i visitatori con ‘La primavera si risveglia’, attività gratuita per tutti, con ritrovo alle ore 15:30 presso Cà Tassi. Accompagnati da guide esperte sarà possibile addentrarsi in itinerari di approfondimento lungo i sentieri della Riserva alla scoperta delle specie botaniche e rarità floristiche presenti. E’ richiesto equipaggiamento adeguato con scarpe da ginnastica.

Lunedì 6 aprile si ripete la tradizionale ‘Gara di cocin cocetto’, con pranzo, laboratori, zirudele, visite guidate.

Nelle settimane successive sono previste escursioni alla ricerca dei funghi primaverili, un incontro sui rimedi naturali per piccoli malanni, un laboratorio per imparare a fare il pane e i biscotti, un corso di autoproduzione di pannelli solari nell’anno internazionale della luce e un workshop dedicato alla fotografia creativa floreale in particolare alle Orchidee selvatiche, le attività per la Festa della Mamma.

Domenica 14 giugno sarà la ‘Festa della Riserva – Salse e musica’ un rilassante pomeriggio di armonie sonore e natura, con laboratori per i più piccoli e la presentazione, a cura degli amministratori dei Comuni di Fiorano Modenese, Maranello, Sassuolo e Viano del progetto “La Via dei Vulcani di Fango”. Alla sera concerto del trio di chitarra flauto e clarinetto, con musiche a partire dall’Ottocento italiano, passando attraverso le più celebri colonne sonore per arrivare alle travolgenti danze della tradizione irlandese ed argentina. A fine spettacolo buffet sotto le stelle a base di gnocco fritto ed affettati.

La scoperta della Via dei Vulcani di Fango sarà il tema di una passeggiata programmata il 21 giugno, con ritrovo al Castello di Spezzano, trasferimento in pullman al sito archeologico di Montegibbio, visita a cura degli archeologi che hanno rinvenuto la villa e camminata, accompagnati da guide esperte lungo il Rio del Petrolio e la Chianca. Nel tragitto saranno raccontati l’uso del nostro territorio, la ricerca del petrolio, lo sfruttamento delle cave riscoprendo il fascino delle tracce del passato racchiuse nei fossili. Si arriva a Cà Tassi e poi si riparte con destinazione il Castello di Spezzano per visitare la Sala delle vedute e la Galleria delle battaglie con i cicli pittorici affrescati, l’appartamento dei signori Pio e le prigioni del castello.

L’estate prosegue con il laboratorio per preparare il nocino, la passeggiata da Montebaranzone alle Salse attraverso la Braidella, il Sasso delle Streghe e il passo del Cerreto, il laboratorio per distillare la lavanda, l’incontro per imparare a conoscere gli animali selvatici, un itinerario per rispondere ai perché dei bambini, l’osservazione delle stelle cadenti, la scoperta dei fossili. Con l’arrivo dell’autunno le iniziative hanno come tema ‘Puliamo il mondo’ e ‘Fiumi puliti’, la Spanuceda nei ‘Sapori d’autunno e la Gastronomia delle salse’, lo zafferano, la notte delle streghe, per concludere la stagione con la ‘Serata del tartufo’.

Per informazioni contattare il Servizio Ambiente del Comune di Fiorano Modenese.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 + cinque =