Agevolazioni per le famiglie: dal 2016 spese per la mensa scolastica nel modello 730 e Unico

mensa_scolastica

 

Novità per la dichiarazione dei redditi 2016!

Con la circolare 3/E dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 2 marzo è stata chiarita la possibilità di portare in detrazione le spese sostenute per la mensa scolastica dei figli nel 2015, sia per quelli frequentanti le scuole pubbliche che per quelli che frequentano le scuole private.

Le spese per la mensa scolastica possono essere inserite sia nel modello UNICO (righi da RP8 a RP14) sia nel modello 730 (righi da E8 a E12) con il nuovo codice istituito dall’Agenzia delle Entrate “12” in quanto rientrano nella nuova lettera e-bis art.15 comma 1 del TIUR come spese per la frequentazione scolastica detraibili.

La detrazione per la spesa della mensa scolastica 2016 è pari al 19% per un limite massimo di spesa pari a 400 euro, per cui 76 euro all’anno per ogni studente. Tale detrazione spetta a prescindere dal livello di scuola frequentato ossia, se primaria o secondaria, se statale o privata.

Come dimostrare il pagamento della mensa scolastica?

Il pagamento deve essere dimostrato con documenti fiscali che possono essere:

  • copie delle ricevute di pagamento tramite conto corrente o bollettino postale
  • ricevuta di bonifico bancario o postale
  • Mav relativo al servizio mensa
  • Qualsiasi altra attestazione che dimostri l’effettivo avvenuto pagamento.

Un altro modo per dimostrare l’avvenuto pagamento, soprattutto per i bambini e i ragazzi frequentanti scuole paritarie o private, è il rilascio da parte della scuola di una attestazione dei pagamenti effettuati alle rette relative al 2015 per la mensa scolastica presso la segreteria della scuola stessa.

Maggiori informazioni possono essere richieste ai servizi CAF o al vostro commercialista di fiducia.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × uno =