Parlare in dialetto con i bambini può motivare un ritardo del linguaggio?

Parlare in dialetto col bambino può essere il motivo di un ritardo nello sviluppo del linguaggio?

Risponde la dottoressa Maria Giovanna Roio, logopedista.

Buongiorno Dottoressa,
avrei bisogno di un suo parere: mio figlio di 26 mesi non parla ancora. Dice pochissime parole (e a modo suo), gesticola tanto e riesce a farsi capire grazie alle sue espressioni del viso.

A causa del nostro lavoro, passa molto tempo con i nonni che si esprimono principalmente in dialetto.

Vorrei però sapere se parlare ai bambini in dialetto può essere controproducente.

Potrebbe essere questo il motivo del suo ritardo di linguaggio?

Buongiorno,
se l’esposizione al dialetto è costante (ad esempio, tutte le volte che passa il tempo con i nonni) non dovrebbero crearsi problemi particolari: diventa una vera e propria seconda lingua e il bambino riesce a differenziare.

Questo avviene anche nei casi di bilinguismo: un bambino può avere due genitori di nazionalità diversa, ma se ogni genitore utilizza col figlio esclusivamente il proprio idioma (senza “mischiare” le due lingue), il bambino crescerà perfettamente competente in entrambe le lingue, sia dal punto di vista della comprensione che della produzione.

Diverso è il caso se viene utilizzato dai nonni un italiano alternato al dialetto: questo potrebbe generare un po’ di confusione in più, ma difficilmente può rappresentare una causa primaria del ritardo di linguaggio.

Chiaramente l’esposizione a due lingue contemporanee (ivi compreso il dialetto) non è d’aiuto ai bambini che manifestano delle difficoltà di sviluppo linguistico. Perciò, se fosse possibile, sarebbe meglio chiedere ai nonni di provare a rivolgersi al nipotino solo in italiano, almeno finché il bambino non superi questo iniziale problema di linguaggio.

Successivamente suggerirei di rivolgervi al logopedista a voi più vicino, il quale, vedendo vostro figlio, potrà fornirvi indicazioni utili su strategie specifiche di stimolazione del linguaggio adatte al vostro bambino da estendere a tutta la famiglia (nonni compresi).

Se avete un dubbio da chiarire e volete fare anche voi una domanda alla nostra logopedista scrivete a info@modenabimbi.it.

foto-roio_med-2

Dott.ssa Maria Giovanna Roio Logopedista

Cell: 340 9974500

Web: www.logopediamo.it

www.facebook.it/logopedistaModena

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 2 =