Preparazione al Parto: 5 Consigli da Non Sottovalutare

Avere un bambino comporta tanti cambiamenti, sia prima che dopo la nascita. È importante essere preparati al meglio per un evento così importante, per poter vivere l’arrivo di una nuova vita in perfetta serenità.
Questo momento è decisivo per entrambi i genitori, ma alle mamme è richiesto uno sforzo in più. A Modena è possibile frequentare diversi corsi di preparazione al parto, in cui ci si può confrontare con le altre partecipanti per raccogliere consigli utili anche per il post-parto.

passeggini-net-01
In questo articolo, vi proponiamo 5 suggerimenti da non sottovalutare e chi vi aiuteranno ad affrontare la gravidanza e il post-parto nel migliore dei modi, sia per voi che per il vostro bambino.

Equipaggiarsi per tempo:

Ci sono davvero tante cosa da preparare per l’arrivo di un bambino. Ovviamente, tante cose pratiche, come le visite mediche e le scorte di cibo e pannolini. Potrebbe essere un buona idea quella di prenotare anche un corso pre e post-parto, per vivere la gravidanza e il travaglio con estrema serenità.
Per risparmiarti inutile stress, ti consigliamo di equipaggiarti del necessario in anticipo, così che gli ultimi giorni prima del parto tu possa dedicarti completamente a te stessa.
Di seguito, una lista di cose di cui non potrai proprio fare a meno:
-Passeggino. Sarà il tuo fedele compagno dalla nascita del tuo piccolo fin quando non sarà in grado di camminare autonomamente ed oltre. La scelta del modello è molto importante. Devi considerare se preferisci un leggero e dinamico modello da città o un tre ruote adatto a tutti i tipi di terreno. Dai uno sguardo a Passeggini.net per trovare quello adatto alle tue esigenze. Alcuni modelli hanno il seggiolino reversibile, ideale se vuoi fornire al tuo bambino una doppia veduta: quella fronte mamma, ideale nei primi mesi di vita, e quella fronte strada, per soddisfare la sua curiosità di conoscenza. Molti seggiolini hanno le schienale e il poggiapiedi regolabile, in questo modo al piccolo è assicurato comfort totale. Non dimenticare di assicurarti che il passeggino disponga di barra di protezione e si cintura di sicurezza a cinque punti, perché la sicurezza del tuo bambino è sempre in cima alle priorità.

Equipaggiarsi-per-tempo
-Seggiolino Auto: Accessorio indispensabile per qualsiasi spostamento in auto, anche per i più brevi. La scelta del seggiolino dipende dall’età e dal peso del bambino. Per i primi mesi di vita avrai bisogno di un seggiolino gruppo 0, poi potrai passare dal gruppo 1 al gruppo 3 (fino a 12 anni). Ricordati che la posizione consigliata è quella all’indietro, con il bambino rivolto verso il sedile. Questa posizione assicura infatti la massima sicurezza in caso di brusche frenate e di incidenti.
-Culla Portatile: Molti passeggini sono disponibili nella versione trio, con culla portatile e seggiolino auto. Tuttavia è possibile acquistare la culla separatamente e usarla sul telaio del passeggino con gli appositi adattatori. La culla è l’opzione ideale nei primi mesi di vita, quando la schiena delicata del bambino necessita di rimanere in posizione orizzontale il più a lungo possibile.
-Lettino: Ce ne sono diversi tipi a seconda dell’utilizzo. Per la notte è consigliato l’acquisto di una culla comoda e spaziosa. Per i viaggi e i soggiorni fuori casa un lettino da campeggio è l’opzione ideale. Attenta a non confondere il lettino con il box per bambini. Quest’ultimi, seppur possano essere utilizzati per brevi sonnellini pomeridiani, sono assolutamente sconsigliati per lunghe nottate, poiché non adatti alla schiena delicata dei bambini. Meglio utilizzarli come area giochi!
-Seggiolone: I modelli due in uno (seggiolone + sdraietta) sono pratici e convenienti. Con uno solo acquisto avrai infatti due accessori assolutamente indispensabili. Il seggiolone permetterà al tuo bambino di sedere al tavolo con te e con il papà e sentirsi parte integrante del nucleo familiare. La sdraietta è ideale mentre cucini e sbrighi qualche faccenda in casa. Dai uno sguardo a Icoo Grow With Me 1 -2-3, per esempio.
-Borsa Cambio: indispensabile tanto quanto il passeggino. Ogni volta che vai a spasso con il tuo bambino, devi portare con te il necessario per essere pronta per qualsiasi situazione. Cibo, pannolini, vestiti di ricambio, acqua, salviettine e ovviamente il portafogli, il telefono e le chiavi di casa. Una borsa cambio spaziosa e munita di tante tasche è l’ideale per portare con sé tutto l’occorrente e trovare il necessario in un batter d’occhio. Acquistandola con un po’ di anticipo potrai usarla per il tuo ricovero in ospedale, prima del parto. Alcuni modelli sono assai accattivanti e alla moda. Non ti stupirà sapere che possono essere utilizzati come normalissime borse una volta che non avrai più bisogno di portare il cambio del tuo bambino con te.

Mangiare Sano ed Equilibrato.

Uno stile di vita sano ed equilibrato è il primo step per vivere la gravidanza in maniera ottimale. Come ben saprete alcuni cibi sono altamente sconsigliati, perché possono nuocere alla salute del bambino. La carne di media cottura e il pesce crudo sono da evitare per tutta la durata della gravidanza, poiché il rischio è quelli di contrarre batteri. Alla stessa maniera, il latte non pastorizzato e i formaggi erborinati (come il Gorgonzola) sono da tenere lontani. Tra gli alimenti sconsigliati, ci sono anche le uova e i cibi che le contengono, come la maionese.
I cereali e lo yogurt si possono invece mangiare in abbondanza, così come la frutta (i frutti rossi soprattutto) e le verdure. Attenzione però a lavarli bene prima di mangiarli, per eliminari eventuali batteri.

Mangiare-Sano-ed-Equilibrato
In gravidanza è perfettamente normale avere le “voglie”; non privarti di zuccheri quando il tuo corpo ne sente l’esigenza, ma attenta a non esagerare. Ci sono tantissimi snack salutari (come la frutta secca) che sostituiscono il cibo spazzatura (come patatine fritte e merendine confezionate).

Esercizio Fisico.

Come già accennato, a Modena ci sono molte strutture che offrono corsi di preparazione al parto. L’aspetto più curato è senz’altro la respirazione. Tuttavia, ci sono altri tipi di attività che è possibile seguire per rilassare i muscoli e trovare la concentrazione. Lo yoga innanzitutto, soprattutto se praticato all’aria aperta. Il nuoto è un’altra alternativa consigliata, da praticare, tuttavia, senza eccessivo sforzo e in acque non troppo profonde.
Dopo il parto, è bene praticare attività fisica regolarmente, per ritrovare la necessaria forma fisica e mentale. Inizia con una breve camminata tutti i giorni; mano a mano, puoi aumentare il la velocità del passo e il tempo, fino ad arrivare a 30 minuti al giorno.

Chiedi Aiuto al tuo Partner:

Chiedi-Aiuto-al-tuo-Partner
Un’idea assai sconsigliata è quella di fare tutto da sé. È tipico delle donne riuscire a cavarsela sulle proprie forze, senza appoggiarsi sull’aiuto di nessuno. Tuttavia, in gravidanza e dopo il parto è un atteggiamento tutt’altro che positivo. È bene chiedere aiuto, quando ci si sente particolarmente stanchi. Il tuo partner e la tua famiglia saranno felici di aiutarti con le faccende di casa e con le commissioni in città. Allo stesso modo, chiedi ad un’amica di accompagnarti a fare spesa o gli ultimi acquisti per il tuo piccolo e dal pediatra.

Riposare a Sufficienza

Questo è il punto più dolente, soprattutto dopo il parto. Il tuo piccolo si sveglierà frequentemente durante la notte, per la poppata o semplicemente per sentirsi coccolato. Durante il giorno, non sarà molto differente: dovrai concentrare la maggior parte delle tue energie su di lui. Ma ricordati che non sei sola. Approfitta dei suoi pisolini, per recuperare un po’ di sonno e fatti aiutare dal tuo partner. È una buona idea quella di darsi il cambio durante la notte o lasciare il piccolo con lui un paio di ore prima della cena, così che tu abbia tempo a sufficienza per dormire prima della nottata.
Nel primo periodo di vita del bambino, potrebbe essere necessario richiedere l’aiuto di un professionista. Se preferisci avere il tuo piccolo in casa con te, invece di lasciarlo all’asilo, assumi una babysitter. Per il primo periodo sarà necessario giusto qualche ora alla settimana, quel tanto che ti serve per sistemare la casa e riposarti. Una volta che il tuo piccolo avrà preso confidenza con la nuova arrivata, potrai affidarti a lei regolarmente.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 2 =