Bambini vaccinati a scuola, le regole da seguire per adempiere ai nuovi obblighi

A scuola vaccinati, gli adempimenti previsti per i bambini della provincia di Modena

Obbligo vaccinale

La legge nazionale 119/2017 estende da 4 a 10 le vaccinazioni obbligatorie previste per l’iscrizione a scuola. Tali vaccinazioni riguardano i bambini/ragazzi da 0 a 16 anni e sono: difterite, tetano, polio, epatite B, pertosse, emofilo di tipo b, morbillo, rosolia, parotite e varicella (quest’ultima è obbligatoria solo per i nati dal 1° gennaio 2017).

Tutte le 10 vaccinazioni ora obbligatorie sono gratuite perché già inserite nei nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA).

Adempimenti nei confronti delle scuole 

Per l’anno 2017/2018 è previsto che i genitori debbano presentare la documentazione relativa alle vaccinazioni del figlio con queste scadenze:
entro il 10 settembre 2017 per i nidi e le scuole dell’infanzia
entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado)

Cosa bisogna presentare
– il certificato vaccinale rilasciato dall’Azienda USL che attesti le vaccinazioni effettuate;
in alternativa
– l’attestazione del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione o il rinvio per motivi di salute;
in alternativa
– l’attestazione del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione per aver già avuto la malattia naturale;
in alternativa
– la copia della prenotazione dell’appuntamento per la vaccinazione o della richiesta di vaccinazione alla Azienda USL.

I genitori dei bambini iscritti ai servizi educativi (nidi) in regola con le vaccinazioni obbligatorie non devono presentare alcuna documentazione, se hanno autorizzato il nido ad acquisire la documentazione direttamente dall’Azienda USL.

Inoltre, come di recente stabilito dalla Regione Emilia Romagna, l’Azienda USL sta predisponendo per le famiglie dei minori nati negli anni 2012, 2013 e 2014 l’invio cartaceo dell’attestazione che riporta il rispetto degli obblighi vaccinali sanciti dalla normativa o dell’invito con data di appuntamento per completare il ciclo vaccinale qualora il minore non abbia effettuato tutte le vaccinazioni obbligatorie.

Autocertificazione
La documentazione che attesta le vaccinazioni effettuate o prenotate può essere resa semplicemente tramite un’autocertificazione entro le date indicate sopra. I genitori avranno poi tempo fino al 10 marzo 2018 per presentare alla scuola il certificato vaccinale rilasciato dall’Azienda USL o il foglio di prenotazione della vaccinazione.

Piano vaccinale straordinario con inviti personalizzati
Per consentire alle famiglie dei 9.400 bambini ancora non in regola con le vaccinazioni nella nostra provincia di adempiere all’obbligo l’Azienda USL di Modena ha predisposto un piano straordinario, mettendo a disposizione spazi, risorse e competenze specifiche con attivazione di sedute ambulatoriali aggiuntive presso tutte le Pediatrie di Comunità.

Il piano prevede che le famiglie ricevano direttamente a casa un invito personalizzato per la vaccinazione. Considerate le scadenze previste della legge, verrà data la precedenza ai bambini di nidi e scuole dell’infanzia che riceveranno la lettera di invito entro il 10 settembre 2017, mentre i bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo la riceveranno entro il 31 ottobre 2017. Nella lettera di invito è indicato l’appuntamento per la vaccinazione che verrà effettuata nei mesi successivi e comunque entro il 28 febbraio 2018.

Certificato vaccinale on-line
Per agevolare i genitori che devono acquisire il certificato vaccinale da presentare alla scuola entro i tempi previsti dalla legge (10 marzo 2018), l’Azienda USL di Modena ha realizzato un servizio on line dedicato che, a partire dal 20 settembre, consentirà di scaricare e stampare il certificato senza spostarsi da casa. In seguito il certificato vaccinale sarà disponibile anche nel Fascicolo Sanitario Elettronico.

Inadempimento dell’obbligo di vaccinazione
Se entro il 10 marzo 2018 i genitori non presentano alla scuola la documentazione sull’avvenuta vaccinazione o sull’esonero o sul rinvio saranno convocati dall’Azienda Usl per un colloquio informativo sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle.

Se poi l’obbligo non viene ulteriormente rispettato:
– i minori 0-6 anni non possono accedere ai nidi e ai servizi per l’infanzia
– per tutti sono previste sanzioni da 100 a 500 euro.

Ulteriori informazioni

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 + otto =