Canti conti e mitici racconti: miti giapponesi a Modena

Quando:
5 Giugno 2021@18:30–19:30
2021-06-05T18:30:00+02:00
2021-06-05T19:30:00+02:00
Dove:
Libreria Piccole Abitudini
Modena via Coppi 121 c ingresso via Ribera
Costo:
10 euro su iscrizione
Contatto:
Piccole abitudini
0597124704
Canti conti e mitici racconti: miti giapponesi a Modena @ Libreria Piccole Abitudini

Canti conti e mitici racconti: miti giapponesi a Modena

Da Piccole Abitudini a Modena due narrazioni per il mese di giugno dedicate ai miti giapponesi, a cura delle attrici di Cajka, Teatro d’Avanguardia Popolare:

Sabato 5 Giugno, ore 18:30
La Principessa Rubino – Momòtaro, o il primogenito della pesca

Sabato 26 Giugno, ore 18:30
Izanami e Izanagi – Urashima, il piccolo pescatore

Per bambini dai 5 anni in su
Costo del biglietto 10€ a bambino con un accompagnatore gratuito.

Prenotazione obbligatoria al numero 0597124704 o via messaggio social (se non avete ricevuto la nostra conferma la richiesta di prenotazione non è da ritenersi valida).

Le narrazioni si svolgeranno nella completa osservanza delle norme di sicurezza.

La rassegna:
Canti conti e mitici racconti è una rassegna teatrale che porta racconti appartenenti alle tradizioni più disparate nei teatri, nelle piazze e per le strade (come avviene ogni anno in occasione dei Teatri del Cimone). Attraverso lo spazio e il tempo, dalla Magna Grecia al Giappone feudale, gli attori di Cajka Teatro d’Avanguardia Popolare, ci conducono di volta in volta nell’ascolto e nela narrazione di miti e racconti da ogni dove.

I miti giapponesi:
Le leggende giapponesi ci guidano in un mondo incantato, popolato di spiriti di ogni genere in cui anche le cose inanimate prendono vita. Il loro messaggio, segreto e sottile, si svela solo alla fine attraverso un magico gioco di incastri, e appare chiara la perfetta armonia che regola le leggi della vita. Conosceremo i Kami, divinità potenti che all’origine del tempo, del cielo e della terra riuscirono a creare dal caos l’arcipelago del Giappone. Incontreremo gli Oni, orchi giganteschi con corna tra i capelli e un terzo occhio sulla fronte, sempre armati di mazze di ferro. Seguiremo i viaggi di principesse trasformate in tartarughe o in pietre preziose, alla scoperta di mondi incantati e segreti. Lasciamoci portare lontano da eroi, mostri e fantasmi, pronti a tuffarci nelle profondità di mondi misteriosi e affascinanti.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here