I permessi per la nascita del figlio, il 2012 sarà l’anno buono per il loro riconoscimento?

NEWS! Permessi approvati con la nuova riforma del lavoro, vai all’articolo:
Dal 2013 anche in Italia arrivano per i papa’ i permessi per la nascita del figlio

 

Leggo in un articolo recente pubblicato nella rete dall’agenzia Fuoritutto che è tornato di nuovo all’attenzione della Camera dei deputati il progetto di legge per riconoscere un periodo di congedo obbligatorio per i padri, da spendere dopo la nascita di ciascun figlio.

In Italia infatti, a differenza di altri  paesi europei, non esiste per legge il diritto di stare con la propria compagna e il neo figlio nei giorni successivi alla nascita. Solo alcuni contratti collettivi nazionali di categoria riconoscono tre giorni di astensione del lavoro, retribuiti dal datore di lavoro, per la nascita del bambino.

Ciò comporta che il padre  in mancanza del congedo obbligatorio debba richiedere giorni di  permesso e/o ferie che potrebbero essergli anche negati da un  datore di lavoro intransigente oppure se non maturati in caso di nuovo lavoro.

Nella proposta in discussione alla Camera il periodo concesso ai papà sarebbe pari a 4 giorni, una richiesta molto più stringata rispetto a quanto approvato come proposta dalla Comunità europea nel 2010 di un periodo di almeno due settimane. Ciò che purtroppo ostacola la realizzazione è la copertura finanziaria del congedo che dovrebbe essere a carico dell’ente previdenziale a cui è iscritto il lavoratore e che dovrebbe riguardare non solo i dipendenti ma anche i lavoratori autonomi e parasubordinati.

Quindi al momento si può solo ancora aspettare, sperando che questa sia la volta buona!

Dall’articolo del Sole 24 ore del 22/10/2010 i paesi dove esiste già questo diritto:

 In Svezia c’è un congedo di paternità di 11 settimane (2 retribuite pienamente, 9 all’80% dell’ultimo stipendio); in Norvegia il periodo è di 8 settimane con un’indennità pari al 75% dello stipendio; in Spagna 15 giorni, che saranno estesi a 1 mese entro il 2012, con salario pieno. Nel Regno Unito ai papà sono riservate 2 settimane retribuite al 25% dell’ultimo stipendio; Austria, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi e Portogallo hanno congedi di paternità molto brevi  (tra 0,4 e 1 settimana, pienamente retribuiti).

di Alessandra Casarico e Paola Profeta – Il Sole 24 Ore

Leggi tutti gli articoli in materia di lavoro dei genitori:

http://www.modenabimbi.it/category/blog/diritti-e-doveri-dei-genitori/ .

a cura di Federica Dosi

 

 

 

 

6 Commenti

  1. Buona sera, volevo saperne meglio sui 3 giorni che spettano al papa per la nascita del proprio figlio.Mio figlio e nato a novembre 2012 volevo sapere se mi spettano i 3 giorni perche io l’ho scritto nelle ore ma non mi sono state contribuite pero ho anche letto che parte da gennaio 2013. Grazie per le risposte

    • Salve , marzo 2015 e’ nata mia figlia voleva saperne di piu’ sui 3 giorni di ferie o permessi riservati ai neo papa’ se esiste un modellino da compilare se si dove richiederlo grazie .

  2. Fra due settimane nascerà la nostra bambina. Dove possiamo trovare il modulo per presentare la domanda per i tre giorni che spettano ai papà?

  3. Il 26,01 finiscono i 5 mesi della nascita del figlio, posso sapere se mi aspetta ancora il giorno dì permesso retribuito , e se posso a visitare domani l’azienda?
    Grazie per le risposte

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 − undici =