“PIACERE MODENA”, I GIARDINI DEL GUSTO E DELLE ARTI

Dal 9 maggio al 20 settembre i Giardini Ducali e la Palazzina Vigarani nel cuore di Modena ospitano un festival lungo cinque mesi per esaltare la vocazione gastronomica del territorio e i suoi prodotti D.O.P. e I.G.P. Mostre, lezioni magistrali, show cooking, spettacoli, film, concerti, con molti nomi importanti. Da un’ispirazione dello chef Massimo Bottura nasce la rassegna “Piacere Modena, i giardini del gusto e delle arti”: oltre 130 appuntamenti, tutti i giorni, quasi tutti gratuiti.

MODENA-GRANDE

Nell’anno dell’Expo la città di Modena, leader dell’alimentazione a livello mondiale, farà parlare di sé e delle sue eccellenze con un ricco palinsesto di eventi: incontri, show cooking, master class, concerti, spettacoli teatrali e animazioni per famiglie e bambini che coinvolgeranno numerosi chef stellati, artisti, musicisti, intellettuali, scrittori, giornalisti del panorama locale, nazionale e internazionale. Il tema cibo sarà declinato da artisti (Lella Costa, Serena Dandini, Frankie Hi-Nrg, Don Pasta, gli Oblivion, il Fantateatro), scrittori (Massimo Carlotto, Simonetta Agnello Hornby), viaggiatori eccellenti (i “Turisti per caso” Patrizio Roversi e Syusy Blady), filosofi (Marino Niola, Enzo Bianchi, Vito Mancuso), agronomi (Eraldo Antonini, Stefano Mancuso), professori universitari (Massimo Montanari, Stefano Magagnoli), scienziati e ricercatori (Mario Tozzi, Davide Tabarelli, Piergiorgio Odifreddi).

Interverranno veri esperti del settore, come Allan Bay, Sonia Peronaci, Lisa Casali, Andrea Segrè. Ci saranno le lectio magistralis del premio Nobel Amartya Sen, Enzo Bianchi, Antonio Paolucci, Valerio Massimo Manfredi; gli show cooking di Antonino Cannavacciuolo, Simone Rugiati, Alessandro Borghese; i concerti, tra cui quello con la Paolo Fresu Brass Bang; le lezioni di cucina domenicali rivolte ai bambini. E, soprattutto, gli incontri curati dall’ispiratore del Festival, Massimo Bottura, chef stellato rinomato in tutto il mondo, di casa a Modena. Con lui sul palco saliranno i suoi friends, da Massimo Montanari a Carlo Cracco.

A ospitare gli eventi una location d’eccezione, nel cuore della città: la seicentesca Palazzina Vigarani e i circostanti Giardini Ducali. Dal 9 maggio all’interno della Palazzina, oltre a showcooking, presentazioni di libri, laboratori per bambini, conferenze, saranno allestite mostre tematiche, videoinstallazioni e percorsi sensoriali tra i prodotti D.O.P. e I.G.P. a cura dei Consorzi e dei produttori del territorio. Dal 10 giugno sul grande palco all’aperto lezioni, spettacoli, concerti, film, incontri, show cooking.

Inaugurazione ufficiale il 9 maggio, a partire dalle 17.00: presenti il sindaco Muzzarelli, il presidente della Camera di Commercio Torregiani, le autorità cittadine, i presidenti dei Consorzi e Massimo Bottura. Nei giardini le sfogline dell’ Associazione Città & Scuola chiameranno grandi e bambini a tirare ‘la sfoglia perfetta’. A seguire la Corale Rossini intonerà canti tradizionali e introdurrà alla visita della Palazzina e delle sue installazioni, alle zone di degustazione e al primo appuntamento in aula magna con la declamazione di alcuni passi del “Manifesto della cucina futurista” scritto da Marinetti.

Gaspare Vigarani-palazzina-Modena

I visitatori verranno accolti all’interno della Palazzina in un’ampia area informativa ed espositiva. Ci sarà anche un book shop, rigorosamente a tema enogastronomico, a cura della Libreria Emily di Modena e di Bibliotheca Culinaria.

In serata il grande evento inaugurale: alle 21.00 la lectio magistralis di Amartya Sen l’economista e filosofo indiano, premio Nobel nel 1998, che approfondirà i temi dell’economia e dello sviluppo sostenibile (Sala Leonelli, Camera di Commercio).

 Ogni domenica mattina, per tutta la durata del festival da maggio a settembre, sarà possibile fare acquisti alla “Mostra mercato dei prodotti della terra” riservata ai prodotti naturali del territorio modenese.

E per i più piccoli “Piacere Modena. Cuochi per un giorno”, laboratori di cucina per bambini, a cura de La Bottega di Merlino, che vedranno la periodica partecipazione del primo vincitore di Master Chef Italia Spyros Theodoridis.

Sarà presente anche Portobello, un progetto di comunità che coinvolge cittadini, imprese, associazioni e istituzioni, coordinato dall’Associazione Servizi per il Volontariato di Modena (ASVM): si tratta di un supermercato “speciale” dove le persone in difficoltà economica possono fare la spesa in modo gratuito, grazie ad un budget di punti mensili abbinati al codice fiscale. Il progetto verrà approfondito nel corso di eventi pomeridiani rivolti ad adulti e bambini.

Da mercoledì 10 giugno, poi, i Giardini ospiteranno un ristorante all’aperto con proposte culinarie a cura del Consorzio Modena a Tavola.

“Piacere Modena, i giardini del gusto e delle arti” è una manifestazione promossa e organizzata da FAMO Fondazione Agroalimentare Modenese, con il sostegno dalla Camera di Commercio di Modena, i patrocini della Regione Emilia Romagna e del Comune di Modena, il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, di Hera e degli altri sponsor: Confindustria, Poligraph, System, Bompani, Fantoni, Bross, Staygreen, Gaggio, Carraro, Coop Estense e Conad.

1 Commento

  1. Ottima iniziativa , l’alimentazione è incotro, cultura, semplicità e arte.
    Modena può attraverso queste iniziative , come altre es. festival della filosofia ,
    entrare in un ambito già suo ma non ricunosciuto a dovere.
    Quello della cultura come divertimento, formazione libera e gratuita.

    In attesa dell’università dell’alimentazione

    grazie

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 3 =